Quando la giornata inizia così
ci si prospettano le lunghissime ore chiusi in casa.
Così tra un colpo di tosse e un naso che colla ci si mette al opera per realizzare questo.
Armati con gli strumenti adatti, un righello, la matita e gli taglierini, ripescati i vecchi cartoni ci siamo dati da fare.

Dopo ore di “duro” lavoro, ecco il prodotto finaito.
I bambini si sono divertiti tanto mentre io ho accertato due cose,
prima che i miei taglierini vecchi sono veramente vecchi, nota mentale: comprare i taglierini nuovi,
e la seconda…bello il cartone ma la prossima casa delle bambole la faccio di legno!
Penso che usando il compensato non dovrebbe essere molto più difficile o impegnativo mentre il risultato  sarà decisamente più resistente.
Così  abbiamo avuto anche la opportunità di testare i mobili trovati nel negozio del usato 
non tanto tempo fa.
E oggi che si fa?
Ma diamoci alla pittura e regaliamo un po di colore alla nostra casa delle bambole.